Mobile nav

Moses Levy

Moses Levy(Tunisi, 1885 – Viareggio, 1968), pittore e incisore, giovanissimo si trasferisce in Italia, prima a Firenze, poi a Lucca dove conosce Lorenzo Viani e poi ancora a Firenze dove si iscrive all’Accademia di Belle Arti. Nel 1907 partecipa alla VII Biennale di Venezia con una tempera ed ottiene il suo primo riconoscimento. Comincia così a partecipare a numerose mostre ed esposizioni in Italia e a Tunisi, con cui rimane sempre in contatto e dove, a partire dagli anni trenta, viene riconosciuto quale “maestro” degli artisti della giovane generazione. Nel 1935 partecipa alla Biennale di Venezia e alla 2° Quadriennale di Roma e gli anni quaranta e cinquanta lo vedono protagonista di numerose esposizioni non solo in  Italia e a Tunisi ma anche in Francia, in Danimarca e in Svezia. Negli anni sessanta fissa la sua residenza definitivamente a Viareggio che gli consacra una medaglia d’oro e nel 1967 espone 16 dipinti alla mostra storica di Palazzo Strozzi a Firenze, “Arte in Italia 1915-1935”. 

Il Fondo Moses Levy è composto da 23 lastre di zinco incise da Moses Levy, appartenenti agli anni 1906-1915, che furono donate dall’artista allo scrittore Enrico Pea e da quest’ultimo pervenute al nipote Enrico Lorenzetti che le ha donate all’Archivio della Fondazione.